Facebook fa male alla tua salute?

Sapevi che un utente di Facebook trascorre in media 50 minuti al giorno tra questa piattaforma ed Instagram? È più del tempo trascorso, in media, a socializzare dal vivo con altre persone, a guardare sport e circa lo stesso che passiamo mangiando.

Quindi, se utilizzi Facebook, dovresti chiederti se il tempo che trascorri sul Social Network per eccellenza, ti rende più felice. Infatti, secondo alcuni studi, in determinati casi Facebook può nuocere al benessere dei suoi utenti.

Usare Facebook passivamente può abbassare il tuo livello di autostima
Se usi questo social solo per vedere cosa fanno i tuoi amici, leggere articoli e scrollare la sezione Notizie, allora probabilmente sta minando la tua felicità.

Alcune ricerche hanno mostrato che usare Facebook passivamente in questo modo, può portare a spiacevoli comparazioni sociali. Quando ti confronti con le migliori qualità mostrate su Facebook dagli altri, immediatamente la tua autostima ne risente, e inizi ad avere pensieri come “la mia vita è noiosa” o “non faccio mai niente di figo”.

È nella natura umana fare confronti con gli altri simili che ci circondano, ma su Facebook, gli altri mostrano solo i lati migliori di loro stessi, spesso ritoccando lievemente (o abbondantemente) la realtà. Quindi, non riuscirai mai a reggere questo paragone e ti sentirai infelice per questo.

Usare Facebook passivamente può far nascere un sentimento di invidia
Hai mai provato questo sentimento? Ad esempio quando hai visto la bellissima spiaggia caraibica con mare cristallino dove la tua amica o il tuo amico sono andati a passare le vacanze con la loro dolce metà. Oppure quando un tuo vecchio compagno di corso ottiene il lavoro dei suoi sogni, quando tu stai ancora lottando per laurearti.
Il piccolo e verde mostro dell’invidia in questi casi può farti sentire inferiore, ostile e pieno di risentimento. Tutte queste emozioni, oltre a farti stare male, possono realmente nuocere alla tua relazione con quelle persone, quando invece lo scopo del vostro collegamento sul Social Network sarebbe l’opposto.

Ma non ci sono solo lati negativo nell’usare Facebook, in alcuni casi questo social può renderti più felice.

Usare Facebook attivamente può aiutarti a sentirti socialmente più connesso
Se sei il tipo di utente che posta spesso su Facebook, usa Messenger per chattare, condivide dettagli personali con gli altri, allora utilizzare questo può rendere migliore la tua vita.

È, infatti, emerso che sia le comunicazioni uno-a-uno, che condividere pubblicamente qualcosa, può rendere più felici.  Questo tipo di utilizzo del social, può aiutare a rafforzare legami sociali che erano deboli, mantenere in vita relazioni che altrimenti si sarebbero concluse, e consolidare ancora di più le connessioni con la propria cerchia più ristretta. Potresti anche sentirti parte di una comunità più grande attraverso questo social.

Tutto questo provoca in generale minor senso di solitudine e maggiore benessere.

Quindi, usare Facebook o non usarlo?
Se non sei sicuro di come usi questo social, o semplicemente, non sei il tipo di persona che ama condividere sulla sua bacheca dettagli della propria intimità, allora dovresti limitare l’uso di Facebook o, addirittura, abbandonarlo.

Delle ricerche hanno mostrato che, in generale, le persone si sentono peggio dopo aver usato Facebook per 20 minuti che dopo aver navigato altrove su internet per lo stesso tempo. Altri studi hanno evidenziato che prendersi una settimana di pausa dal social migliora il proprio benessere.

Quindi, se dopo tutto questo ti stai ancora chiedendo se Facebook ti renda felice o infelice, il modo migliore per scoprirlo è staccartene per una settimana e poi chiederti come ti senti. Se la risposta è meglio, allora, per il tuo bene, dovresti considerare un distacco più duraturo.

Leave a comment